Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Bagnolo Cremasco, ubriaco in auto con il figlio di 3 anni: patente ritirata

Il piccolo era sul sedile anteriore, ma non assicurato all'apposito seggiolino

di PIER GIORGIO RUGGERI
Ultimo aggiornamento il 30 agosto 2018 alle 07:14
Carabinieri

Bagnolo Cremasco, 30 agosto 2018 - Quando l’hanno fermato, si è messo a ridere e siccome di divertente c’era ben poco, i militari l’hanno sottoposto all’alcoltest, che è risultato positivo. Poi, guardando in auto, hanno notato che l’uomo stava trasportando il figlio di tre anni, senza ottemperare agli accorgimenti di legge. Sono cominciati grossi guai per questo operaio di 35 anni residente a Crespiatica.

Martedì pomeriggio una pattuglia di carabinieri di Bagnolo stava eseguendo dei controlli sulla Serenissima al limitare del Comune di Bagnolo Cremasco quando hanno visto arrivare un’auto sulla quale c’era un bambino seduto sul sedile anteriore. Uno dei militari ha intimato l’alt al conducente il quale ha rallentato la marcia ma prima di fermarsi ha percorso ancora qualche centinaio di metri. La pattuglia ha raggiunto la vettura e controllato il conducente. All’interno dell’auto c’era effettivamente un bambino di tre anni, figlio del guidatore, sul sedile anteriore e non era assicurato all’apposito seggiolino. Quando i carabinieri hanno fatto presente che il piccolo avrebbe dovuto essere sistemato sui sedili posteriori e all’interno di un seggiolino omologato per il trasporto, l’uomo non ha battuto ciglio e si dimostrato molto allegro. Anzi, troppo perché i militari hanno cominciato a sospettare che il lodigiano avesse qualcosa fuori posto. Quindi, hanno deciso di sottoporlo all’alcoltest. La misura si è fissata su 1.3 g/l, quasi tre volte oltre il limite consentito. A quel punto i carabinieri hanno ritirato la patente al 35enne e poi lo hanno multato perché stava trasportando il figlio senza le dovute precauzioni. Infine, hanno chiamato la moglie perché venisse a prendere il figlio e il marito. Quando i carabinieri hanno controllato i dati del guidatore, hanno scoperto che all’uomo era già stata ritirata la patente qualche anno addietro, sempre perché era risultato positivo all’alcoltest mentre era alla guida. Per lui tornare a guidare non sarà una cosa così immediata.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.