Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Messaggio shock sul treno, un passeggero: "Sanzionare il dipendente". Ma il web lo insulta

Un post su Facebook scatena la bagarre in Rete

Ultimo aggiornamento il 8 agosto 2018 alle 16:18
Un treno Trenord

Cremona, 8 agosto 2018 - Ha udito quel messaggio dall'altoparlante del treno, in cui si invitavano zingari e molestatori a scendere dal treno "perché avete rotto i c...", e si è sentito offeso come cittadino. Quando ha riportato l'episodio con un post su Facebook, però, più che solidarietà ha ricevuto insulti. 

Raffaele Ariano, ricercatrore, abita a Cremona e lavora a Milano. Era un passeggero del treno in cui è stato fatto quell'annuncio choc e si è chiesto: "A parte lo stupore per la solerzia con cui la gente si sta accodando a questa nuova Italia gialloverde, vi chiedo: secondo voi si può fare qualcosa? C'è qualche ente/associazione a cui abbia senso denunciare la cosa? Sono abbastanza convinto che questo comportamento sia sanzionabile. Il controllore di un treno, ad esempio, è un pubblico ufficiale".

Apriti cielo. A commento del post, una valanga di insulti. "Perbenista. Ipocrita. Forse non hai il contatto con la realtà". "Vergognati, quesa non è l'italia salviniana... Questa è l'Italia che si è rotta i c... con i radical chic come te, con quelli che fanno i buonisti". "Dato che ci sei ospitali a casa no?". Alcuni commenti, invece, incoraggiano Raffaele. "Apprezzo il tuo coraggio e la tua onestà: la civiltà di un Paese si vede da queste cose". "Non dare retta ai leoni da tastiera, hai fatto benissimo, una boccata d'aria fresca in questo paese diventato irriconoscibile". 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.