I sindaci cremaschi che hanno firmato l'appello
I sindaci cremaschi che hanno firmato l'appello

Crema, 10 aprile 2018 -  È arrivata agli 11 sindaci che hanno partecipato all’incontro coi vertici di Trenord la lettera nella quale vengono formalizzati i chiarimenti e le delucidazioni richiesti dagli amministratori e relative rassicurazioni, con impegni dal punto di vista temporale. I sindaci dell’asta ferroviaria Cremona-Treviglio hanno assunto l’impegno di portare avanti, con la massima determinazione e a tutti livelli istituzionali, le istanze di tutti i viaggiatori affinché questa linea ferroviaria, funestata da molteplici disagi e colpita dalla terribile tragedia del 25 Gennaio scorso, diventi una linea sicura e moderna, confortevole a tutti gli effetti per chi ogni giorno si affida a questi mezzi per spostarsi per ragioni di studio e lavoro. 

L’incontro di Marzo con l’amministratore delegato Cinzia Farisè e i suoi collaboratori ha portato a una serie di impegni, che nella lettera diventano un promemoria valido per tutte le parti. Il testo è una scheda sintetica dei temi portati all’attenzione di Trenord: la sicurezza dei convogli, sulla quale Trenord garantisce tramite un sistema procedurale e di certificazione a dieci livelli (SGS) applicato ai 300 convogli impegnati nelle 2400 corse giornaliere; discorso diverso il confort di questi convogli, e la loro vetustà, per i quali si punta al rinnovo nei prossimi anni.