Pendolari salgono sul treno (foto di archivio)
Pendolari salgono sul treno (foto di archivio)

Cremona, 28 maggio 2020 - Entro il 2020 l'iter progettuale per la realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria Milano Cremona Piadena. Mentre il raddoppio dell'ultimo pezzo, tra Piadena e Mantova dovrebbe concludersi nel 2025. L'intervento di raddoppio costa una cifra stimata in 800milioni di euro. Queste in sintesi le risposte che il Direttore Centrale Affari Istituzionali e Regolatori di Ferrovie delle Stato Italiane, Francesco Parlato, ha dato alla sollecitazione che Comune, Camera di Commercio e Provincia di Cremona hanno avanzato nel mese di aprile per chiedere uniti e con forza una accelerazione dell'importante piano di investimenti nell'area di Cremona. In particolare era stato chiesto di accelerare il raddoppio della linea Mantova-Cremona-Milano, continuando il finanziamento ed iniziando l'opera anche per il tratto Piadena-Cremona-Codogno.

Era stata evidenziata come altrettanto essenziale la riattivazione del trasporto, anche passeggeri, sulla Cremona-Piacenza. E ancora, ugualmente urgente, la richiesta di inserire nella programmazione a breve termine gli interventi necessari di ammodernamento delle linee Cremona-Brescia / Crema-Treviglio-Milano / Cremona-Olmeneta. “I tempi previsti per la realizzazione sono ancora lunghi e incerti. Ricordiamo a questo proposito le numerose sollecitazioni di tutto il territorio e il recente question time dei deputati Luciano Pizzetti, Davide Gariglio e Matteo Colaninno, nel quale è stato chiesto al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti una conferma e un'accelerazione e un'anticipazione dell'avvio del tratto Codogno-Piadena e la valutazione della nomina di un Commissario straordinario per la sua realizzazione”, dichiarano il Sindaco Gianluca Galimberti, il Presidente della Provincia Mirko Signoroni e Giandomenico Auricchio, Presidente della Camera di Commercio di Cremona.