Pizzighettone (Cremona), 8 luglio 2018 - Segnali stradali inghiottiti dalla vegetazione, fino quasi a sparire. Una situazione che rappresenta una costante lungo la Codognese, con ovviamente difficoltà anche per gli autombilisti. Al di là dei segnali che indicano dove andare, a preoccupare sono gli indicatori nascosti relativi ai limiti di velocità o ancora la segnalazione di possibili autovelox o i cartelli di precedenza. È ormai dalla primavera che si sta creando questa situazione: le competenze lungo la Codognese, come tutte le ex Statali, spettavano alle ex Province. Difficile capire se si tratta degli effetti del taglio sui fondi per la manutenzione delle strade o invece è soltanto un problema di programmazione.

In un punto, nei pressi di Pizzighettoone, il limite di velocità è «invisibile», così come anche altri cartelli di dare la precedenza o alcuni di distanza dai passaggi a livello. Inghiottiti dalla vegetazione. Il problema si era presentato anche alcuni anni fa, poi erano stati fatti interventi per risolvere la situazione. Lo sfalcio dell’erba sui cigli purtropo non risolve la questione della vegetazione sulla segnaletica orrizontale che in alcuni casi è stata inghiottita da edere e rampicanti, mentre in altri offuscata dai rami e dalle chiome degli alberi.