Un ambulatorio sanitario
Un ambulatorio sanitario

Cremona, 21 novembre 2019 - C’è tempo sino al 30 novembre per firmare, in municipio, tutte le mattine dalle 9 alle 12, la petizione proposta dall’amministrazione comunale per chiedere ad Ats e Regione il mantenimento dell’ambulatorio di Quintano condotto dal medico Francesco Tornaghi. Il professionista a fine mese va in pensione e il suo sostituto, che prenderà servizio il 2 dicembre, ha intenzione di mantenere gli ambulatori del suo predecessore a Capralba, Pieranica e Torlino ma ha deciso di non essere più presente a Quintano. Il medico, a detta del sindaco Elisa Guercilena, si era detto intenzionato, in un colloquio sostenuto con gli amministratori comunali, a rimanere anche a Quintano ma poi avrebbe cambiato idea e così il paese resterà senza l’ambulatorio.

«Fino a quando c’è il dottor Tornaghi, sono tre i giorni di apertura dell’ambulatorio – afferma Guercilena. – Ma da dicembre, più nulla. È un disagio per i miei concittadini recarsi nei paesi limitrofi, specie per gli anziani e per chi è ammalato: scomodità negli spostamenti, incompatibilità degli orari di visita, impossibilità per chi non dispone di mezzi propri e non può fare affidamento su parenti o amici di raggiungere l’ambulatorio. Il medico di base nell’ambulatorio di Quintano (che si trova nell’ex scuola elementare) non paga nulla: né affitto né utenze né pulizie: di tutto si fa carico il Comune».