Crema, 1 settembre 2014 – Centro islamico, musallah, moschea o come si vuol chiamarlo: ancora una volta raccolta di firme per impedirlo. A Crema la storia si fa lunghissima. Appena insediata questa amministrazione avrebbe promesso alla comunità islamica di conferire loro un luogo di preghiera. La comunità se ne sarebbe accollata i costi. Individuata anche l’area, quella dell’ex latteria Voltana, in via Milano. Quando la notizia è diventata di dominio pubblico, apriti cielo. Prima la Lega ha organizzato una raccolta di firme, poco meno di mille, contro questo progetto. Firme depositate in comune e dimenticate. Adesso, con la recrudescenza dell’Isis contro i cristiani, nuova iniziativa, stavolta da parte di tutti i rappresentanti dell’opposizione. Altra raccolta di firme che però parte con il piede sbagliato. Simone Beretta (Pdl) preannuncia una durissima battaglia contro le intenzioni del governo della città di dotare i musulmani di un luogo proprio di preghiera. Ma questo ha creato scompiglio fra gli altri alleati che avrebbero voluto dare la notizia tutti insieme.