L'incontro del distretto della liuteria

Cremona, 11 luglio 2018 - Secondo incontro del Distretto culturale della Liuteria, la nuova rete che riunisce istituzioni, università ed imprese nel campo del suono, della musica e in quello liutario. Alla Scuola Internazionale di Liuteria si sono ritrovati i liutai aderenti al Distretto, alla presenza del Sindaco di Cremona e Assessore alla Cultura Gianluca Galimberti. Durante l’incontro è stato fatto il punto su come sta procedendo l’attività di formazione rivolta ai liutai, partita nei mesi scorsi, e sulla programmazione futura. Accanto agli appuntamenti per i quali è già stato predisposto il calendario sotto riportato, numerosi gli eventi importanti legati alla musica e ai violini. Fino al 15 luglio la Conferenza internazionale di musica barocca organizzata dal Dipartimento di Musicologia dell’Università di Pavia, dal 7 al 27 settembre il XV Concorso Triennale Internazionale di Liuteria Antonio Stradivari al Museo del Violino, dal 27 settembre al 14 ottobre l’esposizione degli strumenti vincitori del Concorso.

Dal 28 al 30 settembre, infine, Cremona Mondomusicaa CremonaFiere. Presente alla riunione anche il dottor Carlo Andrea Rozzi, che ha collaborato con il prof. Alessandro Voltini nell'approfondimento dei progetti Tables in sound, Backs in sound e Violins in sound della Scuola Internazionale di Liuteria, riscontrando un buon interesse da parte della comunità. Il Sindaco e lo staff del Distretto, coordinato da Chiara Bondioni, hanno raccolto dai liutai presenti un sostanziale appoggio alle attività avviate, osservazioni e proposte per il futuro, ed hanno inoltre condiviso la necessità di un costante aggiornamento sull'andamento dell'attività del Distretto. E' stato inoltre concordato che, entro il 31 agosto prossimo, i liutai del Distretto potranno presentare proposte per la programmazione della formazione 2019-2020 e la realizzazione di progetti di ricerca applicata in relazione alle stesse annualità. Sempre entro il 31 agosto di quest’anno sarà possibile per i liutai non aderenti al Distretto presentare la propria domanda di adesione.