Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Crema, lite social finisce nel sangue

Un fendente dopo la discussione su Facebook

di PIER GIORGIO RUGGERI
Ultimo aggiornamento il 6 settembre 2018 alle 07:10
Il fatto è avvenuto davanti alla stazione ferroviaria

Crema (Cremona), 6 settembre 2018 - Un fendente​ alla schiena con un coltello da cucina che, a causa della violenza della coltellata, spezza la lama. È finita così una discussione tra due stranieri, martedì sera sul piazzale della stazione di Crema. Sembra che i due, un africano di 17 anni e un albanese di 16, non si conoscessero, ma che avessero cominciato ad affrontarsi via Facebook. In un precedente episodio l’africano aveva avuto una discussione con un altro albanese e l’alterco era finito a botte con l’albanese che aveva avuto la peggio.

Il fatto era stato riportato sulle pagine Facebook dei ragazzi e a un certo punto, in difesa dell’albanese picchiato, era intervenuto questo connazionale di 16 anni. Evidentemente la diatriba scritta tra l’africano e l’albanese ha assunto toni molto caldi, tanto che il primo ha chiesto e ottenuto un appuntamento al secondo per vedere di sistemare la faccenda. E l’albanese è andato all’appuntamento, ignaro del fatto che l’africano fosse arrivato in stazione con un coltello da cucina in tasca. Erano le 22.30 quando i due stranieri si sono affrontati e, dopo insulti e qualche colpo proibito, l’africano ha inteso porre fine alla discussione, estraendo il coltello dalla tasca. Il sedicenne ha cercato di fuggire, ma l’africano lo ha raggiunto e gli ha sferrato una coltellata alla schiena, infliggendogli una larga ferita. Dopo di che se ne è andato, mentre il ferito è riuscito a trascinarsi fino al pronto soccorso, dove ha chiesto di essere assistito.

Mentre i medici lo visitavano e poi gli suturavano con parecchi punti la ferita rimediata, venivano avvertiti i carabinieri di quanto era successo. Una pattuglia si è recata sul posto e poi ha cominciato la ricerca dell’accoltellatore, che ha rintracciato intorno all’una di notte mentre stava vagando per la città. Subito fermato e perquisito, i militari gli hanno trovato in tasca il coltello sporco di sangue e il pezzo di lama che si era rotto a causa della violenza della coltellata inflitta. Il giovane era portato in caserma dove veniva interrogato e identificato. Al termine dell’interrogatorio il 17 africano si è guadagnato una denuncia per lesioni gravi e porto abusivo di arma in luogo pubblico trasmessa al Tribunale dei minori di Brescia. Il ferito, dopo essere stato medicato e controllato, è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.