Quotidiano Nazionale logo
11 feb 2022

Pizzighettone, un tavolo tra Comuni dopo l'inquinamento dell'Adda

Il summit di sindaci annunciato dal primo cittadino di Pizzighettone, Luca Moggi

daniele rescaglio
Cronaca
L'inquinamento che si è verificato martedì scorso
L'inquinamento che si è verificato martedì scorso

Pizzighettone (Cremona) - Un tavolo di lavoro per evitare che si ripetano inquinamenti nell'Adda come quello avvenuto nei giorni scorsi. Lo ha annunciato il sindaco di Pizzighettone, Luca Moggi. “Nei giorni scorsi ho dato aggiornamenti rispetto ai danni derivati dallo sversamento di reflui da un impianto di biogas del comune di Castelleone, per il quale sono in corso accertamenti da parte delle autorità, che dovranno stabilire responsabilità della fuoriuscita del cosiddetto "digestato" all'interno di un colatore della rete idrica del Serio Morto” scrive il sindaco Luca Moggi nella sua pagina Facebook. 

"L’Arpa e le autorità competenti hanno accertato l'origine dello stesso, e stanno indagando sulle cause e sulle conseguenze ambientali al sistema idrico che ricomprende Serio Morto e fiume Adda. La situazione sembra migliorata ma va comunque attenzionata in maniera adeguata". Ecco dunque la necessità di convocare un tavolo che raccolga i sindaci dei comuni coinvolti, toccati dal Serio Morto, ma anche gli enti preposti.

"Ho convocato un incontro urgente con sindaci (o loro delegati) dei comuni di Castelleone, Cappella Cantone e San Bassano, per istituire un tavolo di lavoro per la gestione di questo episodio, ma per fare in modo che non se ne ripetano in futuro. I comuni non sono gli unici enti interessati e infatti ho convocato anche rappresentanti del Consorzio Dunas,competente per quel tratto fluviale, della Fipsas (Federazione Pesca) e questa mattina procederò per contattare anche il comando della Forestale. Viste le competenze e la rete di rapporti costruiti con gli Enti sovratterritoriali, ho chiesto anche il supporto del Senatore Simone Bossi, che si è dato subito disponibile per la causa”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?