Quotidiano Nazionale logo
27 feb 2022

Indiano 64enne trovato morto in casa

Era il custode di una cascina, da un mese il fratello del proprietario non riusciva a mettersi in contatto con lui

pier giorgio ruggeri
Cronaca
I vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere che sarà sottoposto ad autopsia
I vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere che sarà sottoposto ad autopsia
I vigili del fuoco hanno recuperato il cadavere che sarà sottoposto ad autopsia

di Pier Giorgio Ruggeri Ancora una persona trovata morta in casa. E il decesso risale forse a un mese fa. Ieri intorno alle 12.30 i vigili del fuoco di Crema sono stati chiamati a Madignano, in una cascina, per recuperare la salma di un uomo, che si scoprirà essere un indiano di 62 anni, trovato morto nella sua stanza da letto. L’ipotesi era che ci fosse stata una fuga di monossido all’origine del decesso, smentita però dai pompieri dopo il sopralluogo minuzioso che li ha visti controllare la stufa, trovata spenta e inutilizzata. L’indiano da tempo era custode della cascina e alloggiava in una casa a margine della fattoria. A novembre il proprietario, che viveva in questo luogo, è deceduto e i parenti che hanno ereditato il bene abitano fuori provincia. Il fratello del proprietario defunto, anche lui persona anziana, ha disposto che il custode potesse restare nell’abitazione, in modo che qualcuno vigilasse. E di tanto in tanto chiamava lo straniero per essere ragguagliato. Nell’ultimo mese però, pur avendo cercato più volte di mettersi in contatto con l’indiano, i tentativi di rintracciarlo erano stati tutti senza successo. Dapprima non ci aveva fatto molto caso, ma con il passare del tempo, perdurando il silenzio, si era preoccupato. Così ieri mattina l’uomo si è deciso a scendere a Madignano per vedere come mai il custode non rispondesse alle chiamate e, quando ha aperto la porta, nella stanza da letto ha visto l’indiano morto. La persona ha chiamato i carabinieri che hanno compiuto un sopralluogo e poi avvertito i vigili del fuoco per le indagini su un’eventuale presenza di monossido nell’abitazione, fugata dagli accertamenti. Del ritrovamento del cadavere è stato avvertito il magistrato, che ha disposto che l’appartamento fosse posto sotto sequestro. Nelle prossime ore il giudice deciderà se far eseguire l’autopsia sul cadavere per ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?