Cremona, 22 marzo 2018 - Gli agenti della Squadra Mobile di Cremona hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di cinque giovani indiani, accusati del tentato omicidio di un connazionale di 28 anni, residente nel Cremonese. Il tentato omicidio è accaduto nell'ambito di una furiosa lite il 27 maggio dell'anno scorso, dopo che i protagonisti si erano dati appuntamento per chiarire questioni relative allo spaccio di droga nella comunità indiana della provincia.

La vittima era stata colpita da calci, pugni e bastonate ed era stata ferita all'addome da un'arma da taglio. Per questo, era stata trasportata in gravi condizioni all'ospedale di Cremona. Le indagini hanno accertato che, nel pomeriggio di quel giorno, la vittima aveva ricevuto una telefonata da un connazionale, con il quale aveva fissato un appuntamento a Pieve San Giacomo. Qui, con un amico, si era trovato circondato da 20 persone che li avevano aggrediti selvaggiamente. I primi riscontri sono venuti dall'analisi dei profili Facebook degli indagati con il riconoscimento fotografico di alcuni degli aggressori. Sul posto era anche stata trovata una collana con una piastrina di uno di loro. Due erano già stati fermati per l'omicidio a colpi d'arma da fuoco di un connazionale nel settembre del 2017.