Un trattore (foto d'archivio)
Un trattore (foto d'archivio)

Crema, 23 ottobre 2017 - Guai grossi per un 49enne lodigiano che sabato nel tardo pomeriggio non si è fermato all’alt imposto dalla Polstrada e ha messo in fila una serie di irregolarità. Il lodigiano è partito da Cremona a bordo del suo furgone e ha imboccato la Paullese per rientrare a casa, quando è incappato in una pattuglia della Polstrada di Pizzighettone che gli ha intimato l’alt. Il 49enne non ci ha pensato due volte e ha accelerato, cominciando una fuga sul filo dei 180 orari, inseguito dalla stradale che però non è riuscita a fermarlo. Il lodigiano è passato a tutta velocità sotto i telelaser. Dopo una ventina di chilometri di inseguimento, la pattuglia ha avvertito i colleghi di Crema, che hanno escogitato un piano sicuro per far terminare la pazza corsa, piazzando un grosso trattore di traverso sulla carreggiata. Quando l’uomo è arrivato, ha dovuto fermarsi e ha dichiarato che era fuggito perché non si era sottoposto alla visita per rinnovare la patente. Adesso questo preoccupazione non l’avrà più, perché la patente gli è stata tolta.