Bimbi a mensa
Bimbi a mensa

Rivolta d'Adda (Cremona), 17 aprile 2018 - Due ispezioni alla scuola materna di Rivolta d’Adda da parte dell’Ats hanno posto l’indice su alcuni problemi di natura igienica presenti nell’edificio. Al di là della buona intesa con i piccoli ospiti, il rapporto stilato in merito allo stato delle cucine è pieno di luci e di ombre e questo porta a fare alcune considerazioni. Se il pane distribuito ai bambini è stato giudicato con un contenuto di sale troppo elevato e quindi si raccomanda di ottemperare a quanto prescritto, in cucina le condizioni igieniche non sono state giudicate ottimali.

La presenza di alcune ragnatele, unita a una non perfetta pulizia di pavimenti e armadietti non ha permesso all’Ats di stilare un rapporto positivo. Ma quel che più ha preoccupato chi ha effettuato l’ispezione è quel che è stato trovato nel frigorifero. Dentro c’erano nove pacchi da un chilo l’uno di gnocchi, tutti scaduti a febbraio e quindi, inutilizzabili. Non solo, perché l’elenco dei cibi scaduti si è allungato. Prezzemolo dello scorso anno, petto di pollo fuori legge da una decina di giorni, petto e arrosto di tacchino da due settimane. Infine, un servizio igienico destinato al personale non è stato trovato in ordine. Tutto questo ha portato l’Ats a non poter assegnare l’attestato di qualità per la refezione, come era stato fatto per l’anno 2015. Dei risultati dell’ispezione di marzo è stato stilato un verbale e di quanto rilevato sono stati informati i genitori dei bambini. Inutile sottolineare come alle osservazioni dell’Ats si sia posto immediato rimedio, ma che quanto successo sia stato oggetto di interessamento da parte dell’opposizione in comune. La minoranza ha evidenziato il problema e ha ricordato che questa ispezione è solo l’ultimo atto di una serie controlli che hanno messo in evidenza dei malesseri. Per esempio, c’è una denuncia di due genitori i cui figli si sono fatti male con un gazebo che non era in sicurezza. Inoltre, l’opposizione ha preannunciato una visita alla struttura per giovedì per verificare sul campo la situazione.