Sommozzatori dei vigili del fuoco
Sommozzatori dei vigili del fuoco

Cremona, 7 gennaio 2021 - Aveva 83 anni e abitava in provincia di Milano, l'uomo trovato senza vita e recuperato dai sommozzatori dei vigili del fuoco oggi pomeriggio a Cremona, nel tratto di Canale Navigabile che collega il Po all'area portuale della città lombarda. La vittima è Domenico Leccese, un falegname in pensione di Novegro, quartiere di Segrate. Stando all'ipotesi più accreditata, potrebbe essere caduto in acqua, per una fatalità oppure anche per un malore, mentre stava sistemando la barca che aveva ormeggiata e che stava riassettando pezzo per pezzo proprio nel punto dove è stato ritrovato il cadavere, notato poco prima delle 16 da due operai appena rientrati dalle ferie. Di sicuro era lì, a ridosso di una passerella e parzialmente nascosto da fanghiglia e ramaglie, da diversi giorni, presumibilmente addirittura dallo scorso 16 dicembre, data in cui i figli avevano presentato denuncia di scomparsa per poi rivolgersi anche alla trasmissione Chi l'ha visto?.

Quella mattina, 22 giorni fa, l'anziano era uscito di casa al mattino per sbrigare alcune commissioni e non era più rientrato, rimanendo sempre irraggiungibile anche al telefonino. Verosimile si fosse diretto a Cremona per raggiungere la sua imbarcazione e che lì, senza che nessuno se ne accorgesse sino a oggi, sia capitata la tragedia. Resta da chiarire con quale dinamica, se in seguito ad un incidente o per altre cause. Delle indagini si stanno occupando gli agenti della questura di Cremona: coordinati dal sostituto procuratore Chiara Treballi, in attesa dell'autopsia che è già stata disposta, non possono al momento trascurare alcuna ipotesi, anche se quella dell'omicidio appare trascurabile considerando che, almeno secondo la prima ispezione eseguita dal medico legale, non risulterebbero segni di violenza. In serata non era ancora stata individuata la macchina del milanese.