Quotidiano Nazionale logo
8 mar 2022

Arrivano figli, nuora e nipote "Ma Oksana ha bisogno di aiuto"

Il paese si mobilita per la badante che attende i familiari

Una famiglia di profughi ucraini è in arrivo ad Agnadello. Sono marito e moglie, di 21 e 18 anni, la loro figlioletta di 9 mesi e la sorella di lui, quindicenne. Sono fuggiti da Odessa e ora si trovano in Moldavia. Arriveranno fra una dozzina di giorni, si pensa, raggiungendo la mamma (di lui) Oksana, che fa la badante e da cinque anni è ad Agnadello, dove lavora nell’abitazione di un anziano. D’accordo con la padrona di casa, sorella dell’uomo che accudisce, Oksana potrà ospitare i suoi cari per il momento. Servono però aiuti e una cittadina agnadellese, Carla Rocca, che conosce bene la badante ucraina, si è presa a cuore la vicenda, lanciando sui social un appello: servono pannolini, latte, the, camomilla ed abiti. I riscontri sono stati immediati.

"La coppia – racconta Carla - è fuggita da Odessa. In auto sono riusciti a farsi accompagnare al confine con la Moldavia. Da lì hanno proseguito a piedi, diretti verso la casa di un parente che hanno raggiunto dopo aver camminato per ore, nel freddo. Sono arrivati stremati. Non hanno più nulla. È possibile contattarmi al 366.5949440. La famiglia arriva in Italia attorno al 19 marzo, in bus dalla Moldavia".

P.G.R.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?