Il sommergibile Toti una delle icone del Museo di nuovo accessibile
Il sommergibile Toti una delle icone del Museo di nuovo accessibile

Milano, 27 giugno 2020 - Da Leonardo allo Spazio, dalle ferrovie agli aerei e alle navi; torna la magia del Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia. I l 2 luglio riaprirà al pubblico con nuovi orari. In una prima fase sperimentale il Museo sarà aperto il giovedì dalle 15 alle 21 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 19 e sarà necessario prenotare online. Potranno accedere 30 persone ogni 30 minuti e non è indicato un tempo massimo di permanenza. Fino al 6 settembre all’interno del Museo saranno previsti percorsi caratterizzati da speciale segnaletica di orientamento e dispositivi per garantire il distanziamento e la sicurezza durante la visita, che avverrà nelle Nuove Gallerie Leonardo, Spazio e Astronomia, Ferroviario e Aeronavale e nell’esposizione temporanea di immagini satellitari della Terra, Fragility and Beauty - Taking the pulse of our planet from space, promossa dall’Agenzia Spaziale Europea in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana.

Ogni giorno saranno proposte visite guidate gratuite per adulti, ragazzi e famiglie con bambini tra i 4 e gli 8 anni, alla scoperta di alcune icone delle collezioni esposte nei grandi spazi o all’aperto: spazio esterno Toti - il primo sottomarino costruito in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale; area antistante razzo Vega - il modello in scala 1:1 del primo vettore sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea e Avio; padiglione Aeronavale - la più importante testimonianza della tradizione industriale navale italiana e dell’aeronautica, dagli esordi del volo al futuro dell’aviazione; il padiglione Ferroviario - la suggestiva stazione liberty italiana che racconta cento anni di evoluzione del trasporto su rotaia a partire dalla seconda metà dell’800.

In occasione della riapertura debutta anche il podcasting, una novità multimediale per arricchire l’esperienza di visita attraverso le voci di curatori ed esperti del Museo. Un racconto delle esposizioni, delle collezioni storiche, delle attività educative, storie di scienza e tecnologia dai depositi, dagli archivi e dalla biblioteca, dei progetti e delle iniziative più importanti che si svolgono al Museo. A dare il via a questa nuova attività di produzione e distribuzione multimediale saranno le Gallerie Leonardo da Vinci, la più grande esposizione permanente dedicata a Leonardo umanista, ingegnere e indagatore della natura, alla cui scoperta i visitatori saranno accompagnati dalla voce del curatore. Per garantire la sicurezza dei propri visitatori, il Museo sarà la prima istituzione culturale nei cui spazi verrà sperimentata un’applicazione di monitoraggio per il distanziamento Covid-19 su V-App grazie a telecamere Cisco Meraki.