Milano, 12 settembre 2018 - Se siete alpinisti esperti, di sicuro avrete già i vostri rifugi preferiti. Tuttavia c’è anche chi preferisce fare una gita fuori porta diversa dal solito o un weekend alternativo, mangiando e magari dormendo in un rifugio. In Lombardia ci sono tantissimi rifugi montani fra cui scegliere, noi abbiamo selezionato questi per voi.

Partiamo dal Rifugio Valmalza a Ponte di Legno (BS). Si tratta di un rifugio piccolino, non sempre aperto, ma offre un’ottima cucina con piatti della tradizione locale. E’ raggiungibile solamente a piedi, la salita è piuttosto lunga, per cui preparatevi per tempo. Ha anche delle stanze per chi volesse fermarsi a dormire la notte. Cucina ottima, bellissimi panorami e ci sono anche gli asinelli.

Un altro bel rifugio montano è il Rifugio Laghi Gemelli, a Branzi (BG): ci si arriva solo a piedi, attenzione che la salita è piuttosto impegnativa. Ma la fatica vale la pena: il panorama è ottimo e si mangia anche molto bene. Attenzione però: i cani non sono ammessi all’interno.

Da visita anche il rifugio Luna Crescente in Località Cascina Piana, in Val Masino (SO). Ottimo ristorante in una valle da sogno, piena di torrentelli e cascate. Cibo tradizionale, con anche possibilità di trascorrervi la notte. E c’è anche il WiFi.

A Piani di Artavaggio (LC) trovate il Rifugio Nicola. Ha una caratteristica forma piramidale, sembra quasi di stare in Egitto. Tuttavia la forma non vuole richiamare alla mente le piramidi, bensì le montagne. Anche qui si mangia benissimo, ma se volete un menù particolare, bisogna chiedere prima. Inoltre il ristorante ha la particolarità che potete o scegliere il servizio al tavolo o il self service. Potete arrivarci a piedi o richiedere il servizio di trasporto tramite jeep.

Che ne pensate del Rifugio Soldanello a Ballabio (LC)? Il panorama sulla Valsassina è ottimo, la vista sulle montagne spettacolare, il cibo gustosissimo basandosi sul chilometro zero, ma non pensiate a piatti banali: da materie prime di ottima qualità, la cucina e lo chef sapranno sfornare piatti molto artistici e particolari.

Da visitare anche il Rifugio Shambalà ad Alpe Giumello, Casargo (LC). Una vista mozzafiato sulle montagne e la valle con anche ottima cucina, anche qui con prodotti a chilometro zero e piatti tipici della zona.

Citiamo anche il Rifugio Alpe Granda a Ardenno (SO): preparatevi a camminare un pochino. L’ultimo tratto di strada deve essere fatto a piedi, ma ne vale la pena. Ottimo panorama (anche per chi vuole ammirare la volta celeste), buon cibo, un po’ isolato di notte, ma vale la pena farci un salto.