Lo Stadio Giuseppe Meazza a Milano (Ansa)
Lo Stadio Giuseppe Meazza a Milano (Ansa)

Milano, 13 marzo 2018 - Tornano le Giornate Fai (Fondo Ambiente Italiano) di primavera, che quest'anno celebrano  la loro 26esima edizione edizione. Si terranno sabato 24 e domenica 25 marzo con l'apertura eccezionale di oltre 1000 luoghi in tutta Italia, dai palazzi della politica solitamente inaccessibili alle aree archeologiche, passando per i borghi, le colonie marine abbandonate, i luoghi dello sport e della produzione, le chiese e i monumenti. Le Giornate sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti Fai e a chi si iscrive durante l'evento. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali ed eventi speciali.

Nel complesso in Lombardia saranno oltre 180 i luoghi aperti.  Si va dal carcere di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, agli spogliatoi di Inter e Milan a San Siro: Di questi 21 si trovano a Milano città e includono i cantieri della M4, la nuova linea della metropolitana che collegherà l'aeroporto di Linate alla città, alla Sala Reale e alla Sala delle Armi in Stazione Centrale, al palazzo dell'Arcivescovado. 15 luoghi in provincia di Bergamo, 65 a Brescia, 12 a Como 13 a Cremona, 4 a Lecco, 1 a Lodi, 4 a Mantova, 32 nella città metropolitana di Milano, 10 a Monza, 7 a Pavia, 22 a Sondrio e 18 a Varese.

LE INFORMAZIONI - Per l'elenco completo delle aperture, da domani, 14 marzo, sarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it o telefonare al numero 02 467615366. I visitatori potranno avvalersi anche quest'anno di guide d'eccezione: saranno, infatti, oltre 40.000 gli Apprendisti Ciceroni, giovani studenti che illustreranno aspetti storici e artistici dei monumenti.

Il Fai ricorda che tutti possono dare il proprio sostegno attraverso l'iscrizione annuale, oppure con un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, che verrà richiesto all'accesso di ogni luogo aperto o ancora con l'invio di un sms solidale al numero 45592, attivo dal 13 marzo al 1 aprile.