Coronavirus
Coronavirus

Milano, 27 settembre 2020 -  Sono 216 i nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia, a fronte di 16.567 tamponi per una percentuale pari all'1,3. Cinque le vittime mentre diminuiscono i ricoveri. Nel dettaglio i tamponi effettuati arrivano a un totale complessivo di 2.068.416. Dei 216 nuovi casi, 38 sono 'debolmente positivi' e 2 trovati a seguito di test sierologico. I guariti/dimessi sono complessivamente 80.021 (+61), di cui 1.515 dimessi e 78.506 guariti. In terapia intensiva restano 31 persone (+1). I ricoverati non in terapia intensiva sono 302 (-10). I decessi, con i 5 di oggi, arrivano a quota 16.946 dall'inizio dell'emergenza.

I dati del 27 settembre 2020

I dati delle province

Per quanto riguarda le province lombarde, è ancora Milano a guidare la classifica delle più colpite, con 99 nuovi positivi nell'area metropolitana, di cui  56 in città. Aumenti a due cifre anche a Monza e Brianza, dove si registrano 24 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, segue Brescia con 20 nuovi casi e Pavia con 13. Aumenti più contenuti per Bergamo e Como: ciascuna con 6 nuovi contagi, Cremona +5, Lecco +4, Lodi +3. A Mantova e Sondrio si registra un solo caso.

Scuole e terapie intensive osservate speciali

Trenta malati di Covid ricoverati in terapia intensiva a ieri, come venerdì, e 312 nei reparti degli ospedali lombardi, dodici più del giorno prima. Sono questi numeri gli osservati speciali dagli addetti ai lavori nel bollettino quotidiano che, sul fronte dei nuovi contagi, non è particolarmente indicativo dell’andamento pandemico se lo sguardo si ferma alle ventiquattr’ore. A due settimane dall’inizio della scuola, gli occhi delle autorità sanitarie restano incollati agli ospedali, che nella fase uno, in una Lombardia colta alle spalle dal virus, sono arrivati a superare i dodicimila ricoverati per Covid nei reparti e i 1.400 in terapia intensiva.

Piccoli alunni e sintomi, rischio caos

E sul fronte scuola, auementano i disagi per il corpo docente e i genitori alle prese con i casi sospetti dei piccoli alunni. Basta un semplice raffreddore per finire in un ginepraio di situazioni che, come denunciano alcune mamme, è ancora poco chiaro in che maniera affrontare. 

Bimba positiva, classe in quarantena

Intanto una bambina che frequenta la classe quinta nella primaria di Borgo San Pietro a Crema è risultata affetta dal coronavirus. La piccola è stata sottoposta al tampone insieme alla sua famiglia al di fuori dell’ambito scolastico e il risultato è stato positivo. Ats di Crema ha immediatamente messo in quarantena la famiglia e avvertito la scuola frequentata dalla piccola. Tutta la sua classe, 23 bambini, è stata mandata a casa e ai genitori è stata riferita la notizia con l’avvertenza che i piccoli non dovranno uscire dall’abitazione per i prossimi 14 giorni.