L'arrivo a braccia alzate di Bauke Mollema (Lapresse)
L'arrivo a braccia alzate di Bauke Mollema (Lapresse)

Como, 12 ottobre 2019 - L'olandese Bauke Mollema ha vinto per distacco l'edizione 2019 del Giro di Lombardia, ultima delle classifiche monumento della stagione, con un percorso di 243 km da Bergamo a Como. Il portacolori della Trek-Segafredo, scattato sul Civiglio a una ventina di chilometri dal traguardo, ha preceduto di 16" lo spagnolo Alejandro Valverde della Movistar e il colombiano Egan Bernal del Team Ineos.

auarto posto per il danese Jakob Fulgsang della Astana, arrivato insieme a Valverde e Bernal. Settimo posto per lo sloveno Primoz Roglic del Team Jumbo Visma, fresco vincitore della Tre Valli Varesine e uno dei favoriti della giornata, arrivato staccato di circa 30 secondi insieme al canadese Michael Woods (ED), altro protagonista atteso. Delusione per quanto riguarda Vincenzo Nibali: il siciliano della Bahrain Merida non è mai stato in lotta con i migliori a causa di una condizione non ottimale. La corsa ha vissuto sulla fuga iniziale di cinque corridori fra cui l'italiano Fausto Masnada della Androni, poi ripresi dal gruppo dei migliori nel finale. Mollema è stato il più lesto ad attaccare nelle fasi decisive della corsa, mentre gli altri big si marcavano a vicenda, arrivando al traguardo da solo e a braccia alzate.

"Questa era la mia undicesima partecipazione al Giro di Lombardia - ha commentato a caldo il vincitore - ci avevo provato tante volte a vincere. Trionfare in una classica monumento è incredibile, oggi sono davvero felice. Quando ho attaccato tutti si stavano un po' marcando - ha spiegato  microfoni di Rai Sport - ho capito che potevo riuscire a fare qualcosa di importante, ho provato ad andare regolare e ha funzionato".