Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Challenger Atp Villa Olmo: i campioni del tennis iniziano a fare sul serio

Impressiona il giovane romano Gian Marco Moroni, speranza del tennis azzurro

Ultimo aggiornamento il 27 agosto 2018 alle 19:56
Dustin Brown in una fase di gioco

Como, 27 agosto 2018 - Dustin Brown non stecca, ottiene la terza vittoria (contro lo svedese Markus Erikkson) per 7-6 6-1 ed entra a vele spiegate nel tabellone principale del Challenger Atp “Città di Como” dove troverà il croato Ante Pavic. Bene, anzi benissimo anche l’azzurro Gianluca Mager. Batte in due set (7-6 6-3) l’ostico russo Aslan Karatsev e accede al main draw. Sarà lui l’avversario del giocatore di casa, il canturino Andrea Arnaboldi. Federico Coria (argentino) piega poi l’italiano Roberto Marcora, ma entrambi entrano in tabellone grazie al ritiro del giovane croato Nino Serdarusic. L’ultimo qualificato è uscito dal match più lungo di questi primi tre giorni di gare, quello tra Facundo Arguello (Argentina) e Miljan Zekic (Serbia) concluso sul 6-4 3-6 7-6 (10-8 al tie break) dopo 2 ore e 45 minuti. Una faticaccia “premiata” (si fa per dire) dall’abbinamento nel tabellone principale con la testa di serie numero 2, il boliviano Hugo Dellien. 

Oggi però è stato il giorno dell’avvio del tabellone principale con i primi quattro match. Impressiona il 20enne romano Gian Marco Moroni che liquida con in secco 6-2 6-2 il pur talentuoso giocatore ceco Zdenek Kolar. Il Moroni visto oggi a Villa Olmo potrebbe essere la sorpresa – in chiave azzurra – di questo Challenger edizione 2018. Buone cose anche dal 17enne Jannik Sinner, altoatesino su cui molti scommettono. Di fronte aveva però l’esperienza di Andrej Martin che non gli ha lasciato scampo (6-3 6-2). Due set anche per Viktor Galovic con Alessandro Coppini (6-2 6-2) mentre in chiusura di giornata è scesa in campo la testa di serie numero 1, Martin Klizan. Primo set vinto facilmente dal numero 72 al mondo, mentre nella seconda frazione Giannessi ha alzato il livello del gioco, scappando 3-0 e palla del 4-0 prima di venire ripreso sul 3-3. Equilibrio sul 4-4 e spunto del favorito per il 6-4 che ha chiuso il match.

Programma di domani inizierà alle 10. Si giocherà su tre campi e verrà ultimato il primo turno del tabellone principale. Esordio anche per il campione uscente, il portoghese Pedro Sousa, contro il giovane cileno Christian Garin, mentre la giornata sarà chiusa (non prima delle 18) da Dustin Brown-Ante Pavic.

Ecco i risultati del 3° turno di qualificazione: Dustin Brown (Ger) b. Markus Eriksson (Swe) 7-6 6-1; Facundo Arguello (Arg) b. Miljan Zekic (Srb) 6-4 3-6 7-6; Federico Coria (Arg) b. Roberto Marcora (Ita) 6-4 4-6 6-2; Gianluca Mager (Ita) b. Aslan Karatsev (Rus) 7-6 6-3.
Primo turno main draw: Andrej Martin (Svk) b. Jannik Sinner (Ita) 6-3 6-2; Viktor Galovic (Cro) b. Alessandro Coppini (Ita) 6-2 6-2; Gian Marco Moroni (Ita) b. Zdenek Kolar (Cze) 6-2 6-2; Martin Klizan (Svk) b. Alessandro Giannessi (Ita) 6-3 6-4

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.