Como, 2 giugno 2018 - "Non solo uno sport ideale per mantenersi in forma, ma anche un modo per scoprire se stessi”. Ecco cos’è l’apnea, secondo chi la pratica e la insegna da anni, come Nicola Manfredi e Matteo Maggi, istruttori dell’Associazione sportiva ‘Moving Limits Asd’ con sede ad Arluno e operativa in quattro impianti in Lombardia (Milano, Cornaredo, Cantù e Sommo). 

Anche se restare tanti minuti sott’acqua sembra impossibile. In fondo, non respirare è la cosa più innaturale del mondo. Come ci si riesce? “È possibile farlo perché il corpo umano ha dei meccanismi di adattamento all’acqua che neppure immaginiamo. Pensiamo di avere dei limiti, ma in realtà questi limiti non esistono”, assicura Manfredi. E racconta ciò che si prova durante l’immersione: “Ci si trova a gestire emozioni in una situazione di apparente solitudine assoluta (apparente perché deve esserci sempre qualcuno vicino, ndr). Tutto quello che c’è fuori viene dimenticato, cancellato, per andare alla scoperta di noi stessi. Ogni volta è un viaggio interiore molto intenso”.    

Un’occasione per avvicinarsi al mondo della subacqua sarà la nuova edizione di Sport in città 2018 a Cantù, l’evento organizzato dall’assessorato allo Sport del Comune di Como e dal Coni. Oltre trenta società sportive, domenica 3 giugno, parteciperanno alla manifestazione che si svolgerà prevalentemente nel centro della città. Tra queste ci sarà la ‘Moving Limits ASd’ con uno stand nel quale sarà possibile informarsi attraverso il confronto diretto con gli istruttori ma anche depliant, fotografie e video. Inoltre saranno distribuiti coupon per poter partecipare gratuitamente a una prova in piscina a Cantù prevista per domenica 10 giugno.