Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Mario Landriscina è il nuovo sindaco di Como

Como, 25 giugno 2017 -  Mario Landriscina a Como, Edgardo Arosio a Cantù, Veronica Airoldi a Erba. Ecco i  tre sindaci decretati dai ballottaggi, i cui esiti hanno determinato la netta svolta a destra delle scelte politiche.  Dopo il primo turno delle elezioni comunali (TUTTI I RISULTATI: ECCO I SINDACI ELETTI AL PRIMO TURNO), oggi, domenica 25 giugno è stato il giorno del ballottaggio. La sfida in provincia di Como è stata particolarmente interessante: cittadini chiamati a decidere il nuovo primo cittadino del capoluogo, di Cantù ed Erba (Guarda i risultati dell'affluenza).

COMO - Nel capoluogo, le percentuali dei due candidati sindaco hanno sempre tenuto un distacco che oscillava tra i tre e i quattro punti: oltre il 52.8% per Mario Landriscina, candidato di Lega-FI-FdI e il 47.2% per Traglio, candidato 'civico' pari a un distacco di un migliaio voti. La vittoria di Landriscina, è stata matematicamente certa quando ancora mancavano gli esiti di quattro seggi, che non sarebbero comunque bastati a ribaltare il risultato finale. Al primo turno, Landriscina aveva ottenuto  il 34,73% di preferenze, mentre Traglio il 26,88%. 

CANTU' -   A Cantù sembrava evidente il divario tra Edgardo Arosio - coalizione Lega Nord, Forza Italia, Alleanza Nazionale e lista civica Cantù Sicura – rispetto a Francesco Pavesi, collettore di tre liste civiche – Lavori in Corso, Cantù Rugiada e Frazioni in corso -, ma nel corso dello spoglio le distanze si sono compattate assestandosi rispettivamente tra il 52,18 e il 47,8% per cento delle preferenze. Arosio al primo turno aveva aottenuto il 49,28% delle preferenze, mentre Pavesi il 27,8%.

ERBA - A Erba il testa a testa si è trascinato per tutto lo scrutinio.  Vince Veronica Airoldi con il 50,27% dei voti. Pochi i voti di differenza tra il vicesindaco erbese uscente Claudio Ghislanzoni, con la lista civica Erbaprimaditutto, affiancata da Orgoglio Erbese, Noi di Erba e Alleanza Nazionale. 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.