A Bellagio e Cernobbio 4mila euro al metro quadrato, a Campione fino a 6mila
A Bellagio e Cernobbio 4mila euro al metro quadrato, a Campione fino a 6mila

Como - Un bene rifugio anche ai tempi del Covid le super ville del Lario, promosse dal Wealth Report di Knight Frank, considerata la bibbia del real estate che quest’anno ha inserito il lago al trentesimo posto tra le cento località residenziali più ambite al mondo. È riuscita a fare di meglio solo Venezia che si è piazzata un paio di posizioni più in alto, ma quello che fa ben sperare è che la classifica è stata redatta analizzando l’offerta e tenendo conto della rivalutazione dei prezzi del mercato del lusso al metro quadro.

E così le ville sul lago si sono confermate per l’ennesima volta un ottimo investimento, in grado di rivalutarsi del 4% nel 2020 nonostante l’Italia sia stata il primo paese in occidente a entrare in lockdown. Meglio dei quartieri in di Milano come City Life che seguono in trentanovesima posizione con una rivalutazione dei prezzi al metro quadro del 3%. Evidentemente per i fondi immobiliari e la clientela super selezionata di tycoon che possono permettersi di collezionare ville e resort negli angoli più belli del mondo Como e il suo lago continuano a essere un punto di riferimento, anche se la pandemia ha pesato almeno in termini di percezione anche sul mercato degli immobili di lusso, facendo balzare in cima alle classifiche località come Auckland, la capitale della Nuova Zelanda dove il prezzo degli immobili si è rivalutato del 17,5%, proprio perché i contagi sono stati bassissimi.

Il Covid ha contribuito anche aumentare il divario tra i super-ricchi e il resto della popolazione, secondo Knight Frank la fascia di "paperoni" che posseggono un patrimonio personale di oltre 30 milioni di dollari è aumentata del 2,4% arrivando a contare 520mila persone, con la prospettiva di superare le 663mila entro la fine del 2025. Sono stati proprio loro il motore del mercato immobiliare negli ultimi dieci anni, con un trend degli investimenti in aumento del 9% che ha controbilanciato la diminuzione degli investimenti pubblici, scesi del 6%. Una tendenza che dovrebbe proseguire anche nel 2021 con almeno un terzo dei ricchi che si sono detti pronti a investire nel mercato immobiliare, considerato un bene rifugio. Otre alle ville di lusso la ricerca di investimenti privilegia i terreni edificabili, la logistica e gli immobili residenziali.

Le località più ricercate del lago dal punto di vista immobiliare sono Bellagio, Cernobbio, Laglio, Moltrasio e Carate Urio dove è impossibile trovare un immobile di nuova costruzione a meno di 4mila euro al metro quadrato. Il valori più alti di tutta la provincia però si registrano su un altro lago, il Ceresio e più precisamente a Campione d’Italia, dove una villa di nuova costruzione costa 6mila euro al metro quadro e un appartamento non costa meno di 5mila euro al metro. Prezzi più in linea con il mercato immobiliare svizzero che non con quello italiano.