Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Statale Regina, riapertura sì ma solo a 30 all’ora

Dopo quattro mesi di chiusura Anas conferma: "Dal 5 aprile si potrà tornare a circolare"

È arrivata la conferma ufficiale di Anas: la Regina riaprirà martedì 5 aprile. Quattro mesi dopo la chiusura, avvenuta il 29 novembre scorso, è stata necessaria la proroga di una settimana per mettere in sicurezza un costone di roccia che incombe sul nuovo tratto di strada realizzato nelle scorse settimane. "La riapertura in piena sicurezza della strada statale avverrà il prossimo 5 aprile - ha spiegato Anas in una nota diffusa ieri al termine del Tavolo di Coordinamento che si è riunito in mattinata - ripristinando le condizioni di viabilità preesistenti a doppio senso di circolazione". Una decisione che è stata presa con un sospiro di sollievo tra i sindaci dell’Alto Lago, da mesi praticamente tagliati fuori insieme ai loro concittadini dal capoluogo. La settimana di lavori in più servirà per mettere in sicurezza il versante dalle frane ultimando le operazioni di disgaggio e posizionando le reti paramassi. La riapertura non è stata l’unica conferma arrivata dalla riunione con Anas, sulla Regina nel nuovo tratto di Colonno infatti sarà in vigore il limite di velocità di 30 chilometri orari. Asf ha comunicato che a partire da mercoledì 6 aprile sarà ripristinato l’orario di servizio delle linee C10, C12 e C20.

Vercana, frana sulla statale Regina
Vercana, frana sulla statale Regina

"Per tutta la giornata del 5 aprile, anche dopo la riapertura della strada, sarà comunque necessario il trasbordo in battello tra Sala Comacina e Argegno - spiega Asf - Il servizio notturno Como-Colonno via San Fedele, Porlezza, Menaggio, sarà effettuato per l’ultima volta nella notte tra il 4 e il 5 aprile". Con la riapertura della strada i possessori dell’abbonamento mensile di marzo che include nel percorso la tratta Sala Comacina- Argegno e viceversa, comprese anche le corse via Svizzera, potranno viaggiare con lo stesso abbonamento sino al 5 aprile 2022 compreso. Chi ha acquistato gli abbonamenti online può richiedere il ristoro per il 50% del costo sostenuto sugli abbonamenti acquistati da dicembre ‘21 a marzo ‘22. Verranno prese in esame solamente le richieste inviate entro il 30 aprile 2022.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?