Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 lug 2022
12 lug 2022

Qualcuno ha tolto il tappo al Lario Raggiunta quota -40, mai così basso

Il tasso di riempimento ormai è pari a zero, ma a Olginate la diga rimane aperta per garantire l’agricoltura

12 lug 2022
Un po’ ovunque stanno affiorando nuove spiagge prese d’assalto dai turisti
Un po’ ovunque stanno affiorando nuove spiagge prese d’assalto dai turisti
Un po’ ovunque stanno affiorando nuove spiagge prese d’assalto dai turisti
Un po’ ovunque stanno affiorando nuove spiagge prese d’assalto dai turisti
Un po’ ovunque stanno affiorando nuove spiagge prese d’assalto dai turisti
Un po’ ovunque stanno affiorando nuove spiagge prese d’assalto dai turisti

Continua a precipitare sempre più in basso il livello del lago di Como che ieri è sceso a -40,2 centimetri sotto lo zero idrometrico, con una percentuale di riempimento dello 0%, ovvero il minimo stabilito oltre il quale scatta lo stato di emergenza. In una situazione normale le chiuse di Olginate verrebbero chiuse per ridare un po’ di ossigeno al lago, ma siccome l’emergenza riguarda tutta la Lombardia il livello del Lario è purtroppo destinato a calare ulteriormente nei prossimi giorni. Non solo, per effetto dell’evaporazione il livello in termini di centimetri persi è aumentato esponenzialmente nelle ultime ore passando da 1 centimetro al giorno a 2,5. Nonostante le rassicurazioni da parte della Regione sull’apertura degli invasi alpini per far confluire nel lago, attraverso l’Adda, quattro milioni di metri cubi di acqua, nella giornata di ieri a fronte di 32,5 metri cubi in ingresso se ne contavano 112 in uscita.Nel lago ridotto a una pietraia stanno emergendo un po’ ovunque nuove spiagge, un fenomeno osservato con curiosità dai turisti e allarme dai sindaci che temono per la tenuta delle sponte. A rischio anche la navigazione, per ora battelli e aliscafi continuano a fare la spola tra il capoluogo e le località più celebri del Lario, ma in molti punti l’attracco è difficile e si rischia di toccare il fondo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?