Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

"Postini costantemente esposti ai rischi della viabilità"

Una portalettere al lavoro
Una portalettere al lavoro
Una portalettere al lavoro

La morte di Ambra Sala Tenna, avvenuta mentre era alla guida della sua moto durante il turno di lavoro, ha subito scatenato le reazioni di chi ha a cuore la salute e la tutela di chi lavora. Così la Slc e la Cgil di Como, hanno subito voluto commentare l’incidente, avvenuto mentre si celebrava la Giornata mondiale per la sicurezza sul lavoro, che cade esattamente il 28 aprile. I rappresentanti del Sindacato dei Lavoratori della Comunicazione della Cgil, "si stringono attorno ai colleghi e ai familiari della giovane postina ventinovenne di Mariano, morta in seguito all’incidente subito" hanno scritto in una nota divulgata ieri mattina. "Purtroppo – proseguono - siamo di fronte all’ennesimo infortunio mortale in provincia di Como: una tragica coincidenza ha voluto sia accaduto durante la giornata mondiale della sicurezza sul lavoro. Siamo in attesa di conoscere la dinamica: da anni, la Slc evidenzia in ogni occasione, compresi i tavoli di contrattazione con Poste italiane, la costante esposizione dei lavoratori ai rischi della viabilità e, al contempo, l’importanza per l’attenzione alla qualità dei mezzi, imprescindibile per garantire la sicurezza. Inoltre, è necessario ridurre i ritmi sempre più incessanti di lavoro. Esprimiamo il nostro cordoglio ai familiari: qualora lo ritenessero opportuno, siamo a disposizione per fornire le necessarie tutele. Mai abbassare la guardia sui temi della prevenzione e della sicurezza. Lo ribadiremo, a maggior ragione, domenica durante la manifestazione del 1° maggio". Una tragedia che per l’ennesima volta ha sottolineato la necessità di una costante e reale tutela di chi lavora. Pa.Pi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?