I carabinieri sul luogo dell'omicidio (foto Cusa)
I carabinieri sul luogo dell'omicidio (foto Cusa)

Mozzate (Como), 6 agosto 2020 - E’ stato ferito con un coltello al culmine di una lite Lorenzo Borsani, 36 anni di Mozzate, finito ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Varese. Ma poco dopo il suo arrivo, i medici ne hanno dichiarata la morte, a causa di una grave ferita da coltello.

L'aggressione è avvenuta alle 18.30 in via Filippo Turati a Mozzate, dove la vittima è stramazzata a terra al termine di una discussione con un altro uomo. Il ferito è stato trasportato a Varese con l’elisoccorso del 118, in codice rosso, ma per lui le cure, seppure tempestive, sono state vane. I carabinieri della Compagnia di Cantù e della stazione di Mozzate, coordinati dal sostituto procuratore di Como Antonio Nalesso,  hanno fermato il presunto omicida in un paese vicino: è un uomo di 49 anni, anche lui residente a Mozzate. La tragica lite è avvenuta all'esterno della villetta in cui vive la moglie di Borsani, dalla quale si stava separando.

I carabinieri stanno lavorando per ricostruire i motivi della discussione degenerata nell’aggressione, che al momento non sono chiari, e per capire al provenienza dell’arma utilizzata per il ferimento mortale.