Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Olimpiadi e bonus, l’ediliza si lascia la crisi alle spalle

"Le opere in corso o in fase di valutazione sono di grande rilevanza occupazionale"

Fra i grandi cantieri c’è la variante della Tremezzina
Fra i grandi cantieri c’è la variante della Tremezzina
Fra i grandi cantieri c’è la variante della Tremezzina

Superbonus del 110%, primi cantieri del PNRR, le opere per le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026 sembra essersi lasciata la crisi alle spalle l’edilizia lombarda, sopravvissuta agli anni difficili della pandemia e adesso pronta a lasciarsi alle spalle la cassa integrazione. Se n’è discusso ieri a Merone nel corso del 16° Congresso della FENEALUIL Alta Lombardia, che ha riconfermato alla guida dell’organizzazione Riccardo Cutaia. "Nei nostri territori sono di grande rilevanza occupazionale e di sviluppo le opere in corso di compimento o in fase di valutazione – ha sottolineato il segretario - Bisogna adoperarsi per completare le opere non terminate, che non meritano lo status di "incompiute": l’area ex Ticosa di Como, le varie tratte di Pedemontana, la Lecco-Bergamo e la pista ciclabile di Abbadia Lariana. Dobbiamo sollecitare la politica affinché queste opere non restino come cicatrici indelebili". Nei grandi cantieri ci sono la Variante della Tremezzina, il Viadotto dei Lavatoi, l’elettrificazione della tratta ferroviaria Como-Lecco, la ristrutturazione della scuola primaria Carducci a Lecco, il nuovo ponte Pescate-Lecco Bione sulla ss36.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?