FRANCESCO ZUPPIROLI
Cronaca

Muore dopo la discoteca davanti alla fidanzata incinta: è mistero

E’ successo sul lungomare di Bellaria Igea Marina: un 42enne residente in Lombardia si è accasciato a terra dopo una notte in discoteca: tra le ipotesi un colpo alla testa durante un pogo in pista oppure un decesso per cause naturali

Bellaria Igea Marina, 42enne muore davanti alla fidanzata incinta dopo una serata in discoteca (foto d'archivio)

Bellaria Igea Marina, 42enne muore davanti alla fidanzata incinta dopo una serata in discoteca (foto d'archivio)

Bellaria Igea Marina (Rimini), 17 giugno 2024 – È successo tutto sotto gli occhi della fidanzata incinta. È successo tutto improvvisamente.

In un battito di ciglia quella che doveva essere una serena vacanza in riviera, a Torre Pedrera dove alloggiava la coppia, si è invece trasformata in tragedia per un turista di 42 anni di origini romane ma residente in Lombardia, che sabato sera aveva deciso di trascorrere una notte di svago in compagnia della compagna alla discoteca all’aperto Beky Bay di Bellaria Igea Marina.

È però mentre la coppia si trovava qui che le ultime ore di vita del 42enne si coprono di un velo di mistero. La compagna infatti avrebbe riferito ai sanitari del 118 intervenuti per soccorrere l’uomo che, nel corso della serata, il marito sia rimasto coinvolto in un pogo in pista e che, forse, in quell’occasione era stato colpito alla testa in maniera accidentale. Questa però sarebbe al momento nient’altro che una semplice ipotesi poco accreditata, dal momento che ad una prima ricognizione cadaverica il 42enne residente nel comasco non avrebbe presentato segni di percosse, né ecchimosi da lasciar pensare a una morte violenta di qualunque tipo. Si propende, dunque, per un decesso per cause naturali (infarto), dal momento che intorno alle 23 secondo le ricostruzioni il 42enne e la compagna avrebbero lasciato il Beky Bay dove si stava tenendo un concerto, dirigendosi insieme verso il lungomare Pinzon e da lì al loro albergo a Torre Pedrera. Ma in pochi secondi la vacanza è divenuta tragedia e il 42enne si è accasciato a terra per poi spirare a causa di un malore in poco tempo.

Immediata è stata la chiamata della moglie disperata ai soccorsi, ma per il 42enne non c’è stato più nulla da fare. Sul posto, sono poi intervenuti i carabinieri della stazione di Bellaria Igea Marina e del Radiomobile che hanno informato dell’accaduto l’autorità giudiziaria sebbene la pista predominante sia quella di un malore. Tuttavia, sul cadavere del turista romano sono stati comunque disposti degli accertamenti tossicologici per capire se il 42enne avesse assunto qualche sostanza poco prima di accasciarsi al suolo senza vita sul lungomare di Bellaria Igea Marina. Ancora, resta da capire se la Procura disporrà l’autopsia, mentre i carabinieri stanno visionando le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona per ricostruire le ultime ore del 42enne ed escludere definitivamente l’ipotesi che il presunto pogo di qualche ora prima abbia in qualche modo provocato dei problemi di portata fatale all’uomo.