Il mitra sequestrato
Il mitra sequestrato

Cantù (Como), 20 aprile 2019 – Sono stati notati dai carabinieri di una pattuglia del Radiomobile di Cantù, finendo in cella per il possesso di un mitragliatore da guerra. I due uomini – 44 e 49 anni, italiani residenti in provincia di Monza e Brianza – devono ora rispondere di porto illegale e detenzione di arma da guerra.

Sono stati sorpresi giovedì notte nel parcheggio di un negozio a Cantù, dove discutevano con modi sospetti, a loro dire per motivazioni legate a vicende sentimentali con una donna. I militari hanno proceduto di iniziativa al loro controllo, notando che uno dei due stava cercando di disfarsi di qualcosa preso dal bagagliaio dell’auto del 44enne. Si trattava di un fucile mitragliatore marca Sig, modello 500, calibro 5.50, completo di caricatore con 19 munizioni dello stesso calibro, e con un proiettile inserito in camera di cartuccia, perfettamente funzionante, risultato rubato in Svizzera. I due si trovano ora in carcere al Bassone in attesa della convalida.