Il lungolago di Laglio
Il lungolago di Laglio

Lagio (Como), 9 febbraio 2020 - Quando George Clooney tornerà in paese, la primavera prossima, ad accoglierlo ci sarà un cantiere. Nel piccolo borgo sul lago, balzato agli onori delle cronache internazionali grazie al suo prestigioso ospite, hanno deciso di fare le cose in grande e rifare il lungolago che è già mozzafiato, ma carente di posti auto.

"Abbiamo appaltato i lavori per la riqualificazione del lungolago nella zona del municipio – spiega il sindaco, Roberto Pozzi –. Avevamo stanziato 500mila euro, ma grazie a un ribasso d’asta dell’azienda vincitrice risparmieremo il 18% sull’importo finale". Non si tratta dell’unico cantiere in programma, in questi giorni infatti sono iniziati i lavori in piazza Barelli per la realizzazione di un attracco sul lago mentre in settimana, dopo un lungo iter amministrativo, prenderà il via la riqualificazione della riva del Tenciuu, buona parte dell’intervento sarà compiuto sott’acqua da una squadra di sub che renderanno sicura la scogliera che digrada nel lago. Sulla rampa di lancio anche i lavori di riqualificazione della scalinata di via Nerba e la sistemazione delle vie pedonali in frazione Soldino.

"Lavori e disagi sono sostantivi che ben si coniugano tra loro. E disagi ve ne saranno per i cittadini che si troveranno privati per la durata dei lavori di quelle zone ora a posteggio che verranno adibite ad aree di cantiere o che si troveranno a modificare il loro abituale percorso pedonale – prosegue il sindaco –. L’investimento totale di questi interventi è di quasi 800mila euro senza considerare il posteggio nell’area Ticee: attesa del via libera di Anas, ma già finanziato per 350mila euro. Tutti fondi propri di bilancio, che crediamo ben spesi, nell’interesse della collettività. Somme importanti per un Comune piccolo come il nostro che serviranno a dare giusto impulso all’economia locale". Tutto giusto, tranne il fatto che Laglio sia un piccolo paese, grazie alla presenza del divo George infatti da tempo il suo peso specifico è inversamente proporzionale al numero di abitanti. Ogni anno infatti grazie alle vacanze della famiglia Clooney a Villa Oleandra il nome del paese balza sulle prime pagine delle riviste di gossip di mezzo mondo, un po’ quello che accadde a Saint Tropez negli anni della mitica Brigitte Bardot.

La Camera di Commercio di Monza ha provato a dare un valore economico al brand-Laglio stimando un indotto di almeno 130 milioni di euro, con effetti che si riverberano sulle prenotazioni turistiche della porzione di riva che da Cernobbio arriva fino a Tremezzina. E poi non c’è solo George, ci sono i suoi amici star di Hollywood e gli ospiti vip di Villa Oleandra a rendere ancor più glamour il paese. Nel giugno scorso è toccato a Barack Obama, in visita per un fine settimana dai Clooney con Michelle e le due figlie, Malia e Sasha, con Laglio che ha monopolizzato l’attenzione dei media internazionali con tanto di collegamenti in diretta dagli Usa. Non c’è sta stupirsi se poi, per il resto dell’estate, il paese è diventato una tappa obbligata per tutti gli americani in vacanza sul lago.