Laglio (Como), 29 luglio 2021 -  Anche George Clooney è sceso in strada al fianco dei volontari che, dopo l'eccezionale ondata di maltempo nel Comasco, stanno spalando fango e liberando le strade dai detriti. L'attore, in questi giorni sul Lago di Como, assieme alla moglie Amal e ai due gemelli Alexander ed Ella, ha manifestato solidarietà alla popolazione per l'accaduto. Anche la residenza del divo, Villa Oleandra, è stata invasa dalla marea di fango che ha ricoperto Laglio, danneggiando abitazioni e riversandosi nel lago.

La situazione è veramente disastrosa a Cernobbio, e ancora peggio a Laglio. Ci vorranno anni e milioni di dollari per riprendersi

Ha commentato Clooney dal Tg1. "Questa città - ha aggiunto l'attore - è sempre stata forte e continuerà a esserlo: è un posto davvero resiliente". Manifestazioni di solidarietà sono arrivate anche da tantissimi cittadini, sconvolti dalle immagini di frane ed esondazioni provocate dal maltempo che ha messo in ginocchio un intero territorio con auto trascinate a valle, strade interrotte in più punti per alberi e massi caduti e con la statale Regina interrotta in diversi tratti. Danni anche in Valle d’Intelvi e smottamenti lungo la sponda orientale, a Lezzeno. Insomma un vero e proprio bollettino di guerra.

"Abbiamo ponti abbattuti, case lesionate e forse non più agibili, persone che hanno perso tutto, muri demoliti, valli in situazioni di grave, potenziale pericolo. Attività commerciali e abitazioni private parzialmente danneggiate. Ora è il momento di rimboccarci le maniche e ricominciare" scrive su Facebook il sindaco di Laglio Roberto Pozzi, che posta una foto con Clooney davanti al disastro provocato dal maltempo. 

George Clooney con il sindaco di Laglio (foto Facebook)

Nel pomeriggio è stato riaperto il tratto Laglio-Argegno, mentre in serata tocca a quello Argegno-Colonno, così da tornare completamente transitabile. Alle 21, ha riaperto completamente la statale Regina sulla sponda occidentale del lago di Como. Una boccata d'ossigeno per le popolazioni del lago e per tutti coloro che stanno lavorando a limitare i danni provocati dall'esondazione di decine di torrenti.