Attrezzi e materiali sequestrati dai carabinieri di Olgiate Comasco
Attrezzi e materiali sequestrati dai carabinieri di Olgiate Comasco

Cacciaviti, un flessibile e relativi cavi, un piede di porco e una chiave inglese nel bagagliaio dell’auto, ma anche quattro piccole torce, guanti da lavoro infilati in uno zaino.

Sono stati sequestrati dai carabinieri di Olgiate Comasco a un albanese di 35 anni, domiciliato a Milano e risultato già presente in banca dati delle forze di polizia.

L’uomo era alla guida di una Renault Clio, che nei giorni scorsi era stata segnalata in quanto auto sospetta: era infatti già stata notata nella zona dell’Olgiatese, in concomitanza di alcuni furti in abitazione. I militari hanno quindi proceduto a un controllo, trovando nel bagagliaio lo zainetto con l’attrezzatura che, in condizioni differenti, sarebbe anche potuta passare per strumentazione di lavoro.

Ma in questo caso il trentacinquenne non ha saputo fornire una spiegazione plausibile dell’uso che ne avrebbe fatto, e nemmeno un posto di lavoro compatibile con il possesso in auto di un flessibile e un piede di porco.

Tutto il materiale è stato messo sotto sequestro, l’albanese denunciato a piede libero per possesso ingiustificato di attrezzi da scasso.

È stata inoltre avviata la procedura amministrativa per la radiazione dell’auto, risultata intestata a un prestanome: un italiano residente nel comune di Cesano Maderno.