Polizia
Polizia

Como, 14 febbraio 2020 - La Polizia stradale di Como ha fermato e denunciato un camionista di 56 anni perché sorpreso in stato di ebbrezza alla guida di un autocarro al quale era stato modificato il cronotachigrafo, per eludere le normative in tema di tempi di guida e di riposo. I poliziotti, fermato l'autocarro per un normale controllo, sono stati insospettiti da alcuni dati mancanti, e hanno rilevato che l'autista aveva collocato sul sensore di movimento del cronotachigrafo un magnete, grazie al quale l'autocarro risultava «a riposo» nonostante in realtà stesse circolando. Grazie a questo sistema il titolare del mezzo guidare per molte ore consecutivamente. Per questo motivo è stata comminata una sanzione da 1.736 euro con la sottrazione di 15 punti dalla patente.