Campione d'Italia (Como), 1 settembre 2018 - Arriva una boccata di ossigeno per i dipendenti del Casinò di Campione residenti in Svizzera. Con una lettera indirizzata ai direttori delle casse disoccupazione, la Segreteria di Stato dell'Economia (Seco) - "vista la situazione giuridica particolare" - ha scelto di fare chiarezza e ha messo nero su bianco l'ok alla disoccupazione per i lavoratori del Casinò residenti oltreconfine, malgrado a tutt'oggi nessuno dei 492 dipendenti della casa da gioco sia stato formalmente licenziato.

A questo punto, per almeno 200 persone (ma i numeri potrebbero essere piu' elevati) si apre uno spiraglio importante. L'indennità delle casse disoccupati elvetiche e' infatti pari all'80% del salario (70% per chi non ha familiari a carico) ed e' ovviamente tassata secondo il sistema fiscale ticinese. Viene erogata per 400 giorni lavorativi (circa un anno e mezzo) ma per chi ha superato i 55 anni puo' arrivare anche a due anni. Per avere l'indennità i dipendenti del Casinò di Campione d'Italia dovranno "confermare" agli uffici regionali di collocamento di "essere pronti a mettersi a disposizione del mercato del lavoro svizzero per un posto di lavoro a tempo indeterminato". A tal proposito la Cassa disoccupazione Ocst, precisa che accoglie con "particolare soddisfazione la decisione dell'autorita' federale che pero' non costituira' un precedente per futuri casi". 

(fonte AGI)