Quotidiano Nazionale logo
20 feb 2022

Autisti aggrediti sui bus "Vogliamo le telecamere"

Il personale di Asf chiede all’azienda di investire nella sicurezza a bordo. Nelle ultime settimane per tre volte si è sfiorata la rissa nel corso dei controlli

Gli autisti e i controllori di Asf chiedono di installare le telecamere sui bus
Gli autisti e i controllori di Asf chiedono di installare le telecamere sui bus
Gli autisti e i controllori di Asf chiedono di installare le telecamere sui bus

Sono stanchi di subire aggressioni gli autisti di Asf che dopo aver scritto una lettera al prefetto di Como, Andrea Polichetti, sono pronti anche a organizzare uno sciopero se l’azienda di trasporto non renderà più sicuro il loro lavoro. "Purtroppo, le aggressioni di questi giorni espongono a rischi non tollerabili sia gli autisti sia l’utenza – commentano i tre segretari generali Umberto Colombo (Cgil), Daniele Magon (Cisl) e Salvatore Monteduro (Uil) – l’incontro, però, deve portare risultati concreti: vengano prese in considerazione alcune misure come l’installazione di telecamere oppure la presenza di vigilanti per gli orari e le tratte più a rischio. In caso non si verificasse la convocazione fra l’azienda e le parti sociali, lo sciopero, come detto nei giorni scorsi dal sindacato dei trasporti, sarà un’opzione inevitabile". Il riferimento è a tre aggressioni, per fortuna senza gravi conseguenze, subite nelle ultime settimane nell’ambito dei controlli legati alla verifica del green pass, dell’uso corretto della mascherina e in un caso per aver chiesto a un passeggero di mostrare il biglietto. Vittime gli autisti e i controllori, ovvero il personale viaggiante in prima linea anche quando si tratta di espletare i controlli imposti dalle normative per contenere il Covid. "Purtroppo non si tratta di un problema circoscritto solo a una zona - spiega Giovanni Riccardi della Filt Cgil Trasporti - Se così fosse ci si potrebbe concentrare sul singolo problema e intervenire. Le segnalazioni arrivano da più parti del territorio. Da Como a Erba, fino a Menaggio e Cantù. Necessario un intervento, a partire magari, come deterrente, dall’installazione sui mezzi delle telecamere". Dopo la terza aggressione subita in tre settimane subite dagli autisti dei bus, i sindacati provinciali di categoria Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti hanno scritto al prefetto di Como Andrea Polichetti, chiedendo un incontro urgente. Nella risposta, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?