Un ritratto di Maria Ferretti
Un ritratto di Maria Ferretti

Como, 1 marzo 2018 - Per la festa della donna 2018 i Musei Civici vogliono ricordare la figura di Maria Ferretti, garibaldina e patriota, che partecipò attivamente alle lotte per l’Indipendenza italiana nel corso del Risorgimento.

La sua biografia appare straordinaria, soprattutto se inserita nel contesto sociale e culturale della seconda metà del XIX secolo. Nel 1859 ricoprì il ruolo di vivandiera nella III Compagnia dei Cacciatori delle Alpi mentre il marito e quattro fratelli erano sotto le armi. Seguì poi il marito, Antonio Minola, anche nella Campagna del 1866, vestita con abiti maschili e sotto il nome di Natale Clerico, soccorrendo i feriti e in alcuni casi partecipando anche ai combattimenti.

Attraverso alcuni documenti che saranno esposti per l’occasione potremo conoscere la storia di una donna libera, coraggiosa e indipendente, ammirevole soprattutto per la sua volontà di lottare per le cause in cui credeva superando qualsiasi ostacolo, capace di ispirare altre donne anche oggi, più di un secolo dopo sua morte.

La visita, a cura di Aster, partirà dal Museo Storico alle ore 15 e si concluderà presso la Pinacoteca Civica, dove verrà esposto il ritratto di Maria Ferretti qui conservato. I documenti e il ritratto rimarranno esposti fino a domenica 11 marzo.