Milano, 25 marzo 2019 - 

LETTERA

Non avrà dato spettacolo, ma almeno ha dato grande dimostrazione di impegno. Non è mancato qualche svarione e se l’avversario fosse stato più tosto forse avremmo pagato dazio, ma intanto l’Italia del calcio ha iniziato col piede giusto la corsa verso gli Europei. C’è da essere contenti perché è una formazione che è davvero dettata da talento e futuro. Sta a questi ragazzi iniziare un ciclo che porti a qualche vittoria importante. Marco, Sondrio

RISPOSTA

Zitta zitta, pur con qualche errore, la giovane Italia ha dato segnali positivi e iniziato con il piede giusto il cammino verso gli Europei. Tanti emergenti in campo, una formazione che deve ancora affinare alcuni meccanismi e vincere anche l’emozione, ma quello che ha fatto vedere in campo ha aperto un po’ il cuore: è team che ha talento, può solo migliorare. In un panorama che è reso soffocante dalla presenza ingombrante di top player stranieri che ormai hanno monopolizzato le cronache della serie A con le loro bizze e dispute, vedere che ci sono anche ragazzi che col pallone non litigano e magari possono dare qualche soddisfazione all’intero movimento è già un passo. L’altro è quello di non trasformarli subito in fenomeni, sarebbe un brusco ritorno al campionato. La maglia azzurra non ha bisogno di ego smisurati. ivano.costa@ilgiorno.net