Milano, 13 agosto 2020 - In Italia, secondo i dati Istat, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni ha subìto una violenza fisica o sessuale. Non bastasse, la pandemia ha condotto a esasperazione molti rapporti di coppia e ha incrementato i casi di maltrattamenti ai danni delle donne. Un dato su tutti: le richieste di aiuto ai centri anti-violenza sono aumentate dell’80% durante i mesi di lockdown. Il digitale può rivelarsi un formidabile strumento per combattere la violenza di genere. Bright Sky, app sviluppata da Fondazione Vodafone in collaborazione con Polizia di Stato e CADMI (Casa delle Donne Maltrattate, che fornisce sostegno concreto alle donne che subiscono maltrattamenti e violenza domestica), punta a prevenire la violenza di genere e a stimolare l’intervento delle autorità prima che la situazione degeneri. Può essere scaricata gratuitamente, è disponibile per IOS e Android, negli store, ed è tradotta in lingua italiana, inglese, francese e spagnola.

Possono utilizzarla anche parenti, amici, colleghi di lavoro e associazioni che si occupano del tema. Permette di chiamare il 112 con un singolo tocco in ogni momento e, con la sua ampia mappatura dei centri antiviolenza geolocalizzati, offre alle donne anche le risorse per uscire dal tunnel e affidarsi a professionisti competenti. Le vittime di violenza possono infatti, tramite Bright Sky, prendere decisioni consapevoli su come gestire la propria situazione e denunciare violenze e maltrattamenti domestici senza farsi scoprire dai maltrattanti.