La matricola bresciana ha terminato l'andata al nono posto della serie A1
La matricola bresciana ha terminato l'andata al nono posto della serie A1

Brescia, 1 gennaio 2019 - L'ultima giornata del girone di andata ha fatto scivolare la Banca Valsabbina Millenium al nono posto della serie A1. La squadra di Enrico Mazzola, infatti, non è riuscita a fermare la quotata Scandicci, mentre Cuneo è riuscito a fare bottino pieno in casa del Club Italia fanalino di coda. La conseguenza dei risultati maturati nell'ultimo turno del 2018 è stata che in ottava posizione, affiancate con 15 punti sono giunte le bresciane insieme a Bergamo e Cuneo, ma l'inezia della differenza reti ha assegnato alle piemontesi l'ottava posizione e con essa l'accesso alla Final Eight di Coppa Italia. Un vero e proprio sogno che per la squadra bianconera, scivolata in nona posizione, è svanito proprio in dirittura d'arrivo per una delusione che, però, non ha tolto praticamente nulla ad un 2018 che rimarrà per sempre nella storia della società guidata dal presidente Roberto Catania.

In effetti è stato proprio quello appena messo in archivio l'anno che ha spalancato per la prima volta le porte della A1 davanti alla società bresciana grazie allo splendido Campionato di A2 vinto in bello stile. Una promozione che è stata onorata al meglio dalla matricola guidata da coach Mazzola, capace di giocare a testa alta con le grandi della massima divisione anche puntando su un organico composto da giovani alle prime esperienze in A1, ma ricche di talento. Un viaggio che adesso, a parte la delusione per il mancato ingresso nelle finali di Coppa Italia, entrerà nel vivo proprio con l’inizio del nuovo anno. Domenica 6 gennaio, infatti, la prima di ritorno porterà al "PalaGeorge" di Montichiari nientemeno che il Novara capolista. Una visita illustre per una partita che dovrà anche far vedere che rispetto alla prima giornata di andata, quando le piemontesi si sono imposte con un netto 3-0, la Millenium è cresciuta (e non poco). Un intento nel quale verrà sicuramente utile il messaggio sul quale l'allenatore Enrico Mazzola ha deciso di impostare il 2019: "Bisogna continuare a lavorare sodo per crescere e mettere in mostra tutte le potenzialità del gruppo". Un gruppo che nel corso del girone di andata ha dimostrato di poter rendere duraturo il prestigioso posto appena conquistato in A1 nel corso dell'indimenticabile 2018.