Le Tigri bresciane domenica renderanno visita agli Squali dell'ex Gerardo Vera Gomez
Le Tigri bresciane domenica renderanno visita agli Squali dell'ex Gerardo Vera Gomez

Brescia, 28 febbraio 2019 - Lo scorso fine settimana ha preso il via la nuova stagione della Seconda Divisione di football americano. Domenica 3 marzo scoccherà l'ora del primo impegno del nuovo Campionato anche per i Bengals Brescia, che sono ai nastri di partenza del girone A (formato da nove squadre) con il fermo proposito di farsi valere. Un raggruppamento, quello più numeroso della categoria visto che gli altri due sono composti da cinque formazioni ciascuno, che parla decisamente lombardo, dato che ben otto contendenti appartengono ad un'unica regione, con l'unico inserimento degli Sharks Palermo che saranno proprio i primi avversari delle Tigri bresciane.

La compagine biancazzurra, dunque, affronterà subito la trasferta più lunga di questa stagione (ben 1.570 km) che non avrà una classifica per ciascun girone, ma presenterà un unico ranking composto da tutte le diciannove squadre che militano nella Seconda Divisione della Fidaf e che, al termine, indicherà la dodici pretendenti che disputeranno i play off.

Un obiettivo al quale guardano con profondo interesse i Bengals che, proprio per questo, sono decisi a partire con il piede giusto sin da questa prima gara in Sicilia, dove, tra l'altro, ritroveranno un "vecchio" amico come Gerardo Vera Gomez, attuale coach dei siciliani, che per molti anni ha guidato proprio le Tigri. Un'esperienza lunga e felice, che ora, però, deve passare il testimone al nuovo ciclo guidato da uno staff che ha il suo punto di riferimento in coach Maggini, che in questi mesi ha seguito, curando anche il più piccolo particolare, la preparazione dei Bengals: "Ai ragazzi parlo spesso dell'attitudine. Di cosa si tratta? E' la capacità di fare ciò che sappiamo necessario fare. Allenarsi molto e bene anche quando manca la volontà di farlo, ad esempio, trovare in se stessi la forza e la motivazione, questa è l'attitudine, attitudine al lavoro che diventa attitudine al successo. le squadre vincenti sono quelle che hanno sviluppato questa attitudine. Noi abbiamo lavorato sodo per riuscirci e per presentarci pronti al via di un Campionato che sappiamo sarà impegnativo e difficile, ma noi vogliamo far fruttare al massimo il nostro impegno e la nostra preparazione".