Roberto Boscaglia, nuovo tecnico del Brescia
Roberto Boscaglia, nuovo tecnico del Brescia

Brescia, 15 agosto 2015 - E adesso sotto con il mercato. La priorità è reperire un attaccante e i nomi di Inglese e Mancosu sono sempre quelli più gettonati. Anzi, l’ultima idea del Brescia è quella di provare a prenderli entrambi. Nel frattempo, Boscaglia si è però ritrovato in casa un giocatore quantomeno da valutare. L’amichevole di giovedì a Desenzano con l’Al Arabi ha messo in mostra Moulaye Ndiaye, 22 anni, senegalese di passaporto francese, già visto nel campionato portoghese e anche al Crystal Palace in Inghilterra. È un centrocampista centrale, con movenze (e cresta) alla Pogba. È stato lui, con un destro a giro da fuori area, a trovare il gol del pareggio che ha evitato alla Leonessa una sconfitta da impallidire contro i qatarioti di Zola e Casiraghi. Il fisico non è certo l’arma migliore di Ndiaye (ha bisogno di lavorare parecchio in palestra, il ragazzo), ma è un giocatore sul quale si può lavorare.

L’amichevole con l’Al Arabi doveva essere la sua ultima giornata nel periodo di prova che il Brescia gli ha concesso, ma il gol ha sparigliato le carte in tavola e ha consigliato la società a tenerlo ancora qualche giorno per visionarlo meglio. In questo momento, però, il centrocampista non è il tipo di giocatore che serve come priorità. Il Brescia fa molta fatica a trovare la via del gol e per questo occorre reperire un attaccante già dalla prossima settimana. Da questo punto di vista però il tecnico biancoazzurro sembra essere tranquillo: «Un attaccante serve e lo sa anche la società che infatti sta lavorando in tal senso. Vedrete che qualcuno arriverà».

di A. S.