Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Aua e il coraggio di lasciarsi andare, esce il video del singolo Goodbye

Una prima anticipazione dell'Ep della cantante bresciana in uscita il 13 maggio con il titolo “Belli come te” 

marco galvani
Spettacoli

Brescia, 5 maggio 2022 - Il suo incontro ravvicinato con la musica è stato da bambina quando “in macchina mio padre mi cantava Mina”. Poi alle Superiori ha voluto una chitarra, merito di un professore che “ci insegnava l'inglese facendoci ascoltare le canzoni”. La prima band di liceali con le cover di Alanis Morissette e Carmen Consoli, l'università, e il “debutto con il botto, a Sanremo Giovani nel 2001”. Un prodotto leggero, adolescenziale: “La cosa più bella di quella esperienza, che in realtà fu una centrifuga, è stata la registrazione dell'album”, nello studio a casa di Roberto Colombo, marito di Antonella Ruggero.

Ma il ruolo di interprete le sta stretto e comincia ad appassionarsi alla scrittura, popolando l'underground. E dopo il primo album 'Martedì', ormai dieci anni fa, Aua torna a raccontarsi. Consapevole di avere il destino nelle proprie mani. La cantautrice gardesana ha smesso di vivere “sull'onda delle cose che mi capitavano e trasportavano”. Andando contro “il pregiudizio, le etichette che spesso impediscono alle persone di cambiare la sorte”. Aua ci è riuscita. Anche grazie ad Annalaura Avanzi, il suo io quando indossa la toga da avvocato specializzato nel diritto d'autore: “Ho il mio lavoro e la mia musica e questo mi rende pienamente libera a livello artistico e creativo”. Il risultato è un nuovo progetto – Aua+Division - con il marito visual designer e musicista Federico Donati.

Un Ep in uscita il 13 maggio con il titolo “Belli come te” che oggi viene anticipato dal video del singolo “Goodbye”, un pezzo (disponibile da domani sulle piattaforme digitali) scelto da chi ha sostenuto il crowdfunding per la realizzazione del video ufficiale dell'Ep. Un brano ispirato dai songwriter americani e dedicato al viaggio e al 'lasciare andare' chi si ama. “E' un goodbye che diventa un invito a superare le proprie possessività – racconta Aua -. Questa canzone rappresenta il coraggio di mettersi nuovamente in gioco e di non dimenticarsi della propria identità più profonda. Il coraggio di lasciare libera la persona che ami quando ne ha bisogno per trovare la sua vera strada”. Ed è quello che racconta il video, un suggestivo alternarsi di luci e ombre che, insieme al passaggio di immagini, portano dentro a tre minuti di cinematografia. Ma oggi “vorrei dire goodbye, che forse sarebbe più un addio, anche alla paura, all'incertezza che ci circondano”. E portare avanti una 'missione': “Essere testimone, tra i giovani, del fatto che si può vivere in maniera completa senza rinunciare al proprio essere. Seguendo le proprie passione, andando oltre le apparenze”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?