Sulzano, 11 giugno 2016 - Quello che andrà in scena dal 18 giugno al 3 luglio sarà per il lago d’Iseo un evento indimenticabile. Per tre fine settimana, difatti, il quinto dei laghi lombardì sarà la capitale dell’arte mondiale contemporanea. L’artista Christo qui sta completando la realizzazione del progetto The Floating Piers, ideato anni fa con la moglie Jeanne Claude. The Floating Piers, un pontile galleggiante fatto da cubi di polietilene, è stato pensato per unire Monte Isola: l’isola lacustre più grande dell’Europa alpina, l’isolotto di San Paolo e Sulzano.

Tra acqua e terraferma l’opera si svilupperà per circa tre chilometri, ricoperti con oltre 85.000 metri quadri di stoffa bianca in peltro sormontati da un tessuto giallo oro proveniente da Lubecca. Bagnandosi con le onde del lago e, eventualmente, con la pioggia, virerà nei toni del rosso e dell’arancio con un effetto che Christo ha definito estremamante sexy. «Camminare su The Floating Piers sarà una esperienza unica e mai provata – ha spiegato l’artista -. Ora, a pochi giorni dall’inaugurazione, sono concentrato solo sulla mia opera. Non dormirò e sarò in giro per Sulzano e Monte Isola per 24 ore al giorno».

 

 

 

Gli occhi del mondo sono puntati sul Sebino. Quello che fino a pochi mesi fa era il fratello minore del lago di Garda, ora è una meta ricercatissima. La curiosità è alle stelle e le pubblicazioni sui media internazionali non si contano. Recentemente The Floating Piers è stato inserito tra i 16 appuntamenti più importanti al mondo. A rendere possibile quello che appare a tutti gli effetti come un evento che ha dell’eccezionale, è stato l’incontro tra Vladimirov Christo Yavachev e le autorità del Sebino, con in testa il sindaco di Sulzano Paola Pezzotti.

Tutto, in prossimità dell’apertura dell’opera, pare essere pronto. Nel territorio si stima l’arrivo di oltre 40.000 persone al giorno che giungeranno in treno, coi bus navetta e in battello. Nessun veicolo privato ad eccezione di quelli dei residenti e degli aventi diritto potrà circolare e parcheggiare a Sulzano. La macchina della sicurezza è imponente. Saranno presenti centinaia tra poliziotti, carabinieri, finanzieri, vigili del fuoco, operatori del 118 e della protezione civile. La società The Floating Piers assicurerà la sorveglianza di addetti alla sicurezza e assistenti bagnanti. Gli accessi al ponte, sempre gratuiti e senza prenotazione, potrebbero esser limitati per motivi di sicurezza, anche legati alle condizioni metereologiche. L’apertura programmata è 24 ore al giorno salvo diversa decisione del prefetto di Brescia.