Carabinieri
Carabinieri

Verolanuova, 15 aprile 2018 - Ha accoltellato il marito al culmine di una lite. A fermarla sono stati i carabinieri della Compagnia di Verolanuova, che l’hanno trovata co un coltello da caccia usato per colpire il coniuge alla scapola destra. I fatti sono accaduti nel territorio di competenza della Compagnia coordinata dal comandante Tedros Christian Comitti Berè e hanno coinvolto una coppia già nota alle forze dell’ordine.

A finire nei guai è stata un’operaia di 47 anni, che quando i militari sono arrivati era arrabbiatissima e continuava a urlare che avrebbe comunque ammazzato il marito perché stanca dei continui litigi. L’uomo è stato medicato in ospedale e dimesso con una prognosi di dieci giorni. La donna è stata arrestata. Il fermo è stato convalidato dal Gip di Brescia. La signora è stata in seguito scarcerata. Per lei è scattato l’obbligo di stare lontana dalla casa di famiglia. L’accusa è quella di lesioni personali aggravate