Floating Piers
Floating Piers

Brescia, 6 settembre 2016 - A due mesi dalla fine di The Floating Piers le fiamme gialle si sono presentate a Palazzo Lombardia per recuperare la documentazione relativa alle spese sostenute dalla Regione per l'evento. La guardia di finanza ha preso alcuni atti della presidenza la scorsa settimana. Si tratterebbe di un atto dovuto, che segue l'apertura di un procedimento della Corte dei Conti, dopo un esposto del Codacons. I documenti prelevati sono le delibere che sancivano il finanziamento della Regione per interventi sui capitoli sicurezza, sanità e trasporti, in occasione di The Floating Piers, che ha portato più di un milione di turisti sul lago d'Iseo dal 24 giugno al 3 luglio scorsi.

Il mese scorso l’associazione dei consumatori ha depositato una formale denuncia alla procura contabile sui costi dell'opera finiti a carico della collettività. Sui servizi di 'contorno' all'evento la Regione aveva investito circa 1,4 milioni di euro, ma si tratta di capitoli (come appunto sicurezza, trasporti e sanità) che in prossimità di grandi eventi vengono garantiti dalle istituzioni.