Un supermercato (foto d’archivio)
Un supermercato (foto d’archivio)

Brescia, 20 novembre 2017 - Serie di arresti da parte dei carabinieri della Compagnia di Brescia, che hanno assicurato alla giustizia una serie di taccheggiatori entrati in azione all’interno dei supermercati e centri commerciali della città e dei dintorni. I primi a finire in arresto sono stati due italiani, un cinquantaseienne di Capriano del colle e un trentenne di Gussago, che hanno tentato, nella tarda mattinata di sabato, di asportare dalla COOP di via Mantova svariate bottiglie di alcolici occultandole all’interno di uno zainetto. Quando sono stati sorpresi dal personale di vigilanza hanno cercato di fuggire, reagendo. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia li hanno bloccati e portati n caserma. L’arresto è stato convalidato. Uno dei due dovrà rispettare l’obbligo di dimora.

Nello stesso pomeriggio è finito in manette un ventisettenne peruviano che è stato sorpreso a rubare all’interno del negozio “Sportland” del Centro Commerciale “Elnos” di Roncadelle. Il giovane è stato sorpreso mentre tentava di asportare indumenti sportivi, dopo aver rimosso i dispositivi anti-taccheggio. Anche in questo caso l’arresto è stato convelidato. Nella giornata di domenica invece a finire nei guai è stato un quarantasettenne pregiudicato residente a Brescia ma di origini campane che è stato sorpreso a rubare all’interno dell’Esselunga di via Milano. Il ladro è stato notato mentre prelevava dagli scaffali alcune cartucce per stampanti a inchiostro, del valore complessivo di 150 € circa. L’arresto è stato convalidato.