I ladri ripresi dalle telecamere di videosorveglianza
I ladri ripresi dalle telecamere di videosorveglianza

Puegnago (Brescia), 16 febbraio 2020 - Giorgio Buffoli, l’imprenditore di Vobarno che il 23 novembre 2015 sparò alcuni colpi in aria per mettere in fuga i ladri in azione nella sua azienda, è tornato nel mirino dei ladri. Questa volta, dato che la precedente ha perso il porto d’armi che non ha mai più riavuto e dato che gli sono stati sequestrati 20 fucili regolarmente denunciati, ha deciso di non entrare direttamente in azione, ma di offrire una taglia di mille euro a coloro che forniranno alle autorità competenti indicazioni utili a risalire all’identità della banda. "Questa volta è stata presa di mira una proprietà di famiglia che si trova in località Paradiso a Raffa di Puegnago del Garda – racconta Buffoli– In questo momento l’edificio è disabitato ma tutto è controllato da un sistema di videosorveglianza. Ieri quando mi sono recato a controllare l’area ho scoperto che mi sono state rubate tutte le canaline in rame che si trovavano sul tetto, grande circa 500 metri quadrati. I malviventi sono stati filmati dalle mie telecamere. Erano sei e sono entrati in azione venerdì 7 febbraio di pomeriggio e sabato 8 febbraio di pomeriggio".
Buffoli si dice stanco: "Fortunatamente non ho avuto risvolti penali, ma la disavventura del 2015, quando mi hanno tolto la licenza di caccia e il porto d’armi, e quanto accaduto nei giorni scorsi mi dicono che le vittime non sono tutelate". Buffoli questa mattina si recherà a sporgere denuncia a Manerba del Garda.